RICCARDO BENASSI
riccardo (dot)
benassi (dot)
office (at)
gmail (dot)
com

Po
2011

Photographic project realized for
AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani

Cresciuto a Cremona, sulle rive del Po, con questa immagine Riccardo Benassi ha scelto di difendere la sua geografia d’origine da attacchi semantici. Prima di essere strumentalmente trasformato in confine simbolico, il Grande Fiume è stato per secoli un’autostrada ante litteram, ossia la principale via di comunicazione e incontro del Nord Italia. Come tutte le persone cresciute in queste terre, Benassi sa che non è il verde – eletto bandiera – il colore più giusto per identificarle, bensì il grigio, perché è l’unico colore che se visto con almeno quattro occhi diventa azzurro. Spesso si pensa che le radici, quella controparte invisibile che permette qualsiasi fioritura, si scoprano torcendo il collo all’indietro, tentando di mettere a fuoco ciò che ci si è lasciati alle spalle. Piuttosto, le radici s’incontrano stando attenti a dove si mettono i piedi, strada facendo, sperando inconsciamente d’inciampare.